fbpx
caffè espresso
arrow_back

Le abitubini dei consumatori

Nell’Italia post Covid, la tazzina di espresso tornerà ad essere protagonista diventando uno dei simboli del recupero e della riappropriazione delle buone abitudini di ogni giorno.

Allo stesso tempo sarà ancora più evidente il gap tra le diverse fasce d’età nella scelta del caffè.

Gli under 35, accanto alle consolidate tradizioni dell’espresso e del cappuccino, accolgono facilmente le nuove opportunità di sperimentare modalità di consumo diverse rispetto alla classica tazzina di caffè. Ecco allora che bevande come il caffè shakerato, il Mokaccino e il
Frappuccino
conquistano sempre più successo, grazie alla maggiore mobilità oltrafrontiera di ragazzi e ragazze.

Le differenze più evidenti nei comportamenti di consumo del caffè sono ancora più evidenti sul piano generazionale, più che in termini di genere. Infatti, il 14% dei Millennials e dei ragazzi della Generazione Zeta (18-34 anni) non lo beve mai. Anche nella frequenza di consumo, la generazione più giovane si distacca dagli altri: il 29% degli under 34 dichiara di berlo una volta sola al giorno.

Infine, gusto e aroma sono decisivi per spiegare la propria abitudine a bere il caffè: il 74% preferisce assaporarlo comodamente a casa propria, in alternativa il 62% al bar.

Fonte: Food Report Caffè 2021

Condividi

Share on facebook
Share on linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *