fbpx
caffè espresso
arrow_back

Il caffè, la seconda bevanda più consumata al mondo

Dalla Cina al Brasile, dal Canada all’Australia, dall’Italia alla Russia: il caffè si beve praticamente ovunque, in modi e con rituali differenti.

E’ la seconda bevanda più consumata al mondo dopo il tè e il suo successo ha vissuto una globale accelerazione, diventando una commodity universale.

Ogni giorno migliaia e migliaia di chicchi di caffè viaggiano su rotte secolari.

Sicuramente, il caffè è anche la bevanda italiana per eccellenza; gli italiani hanno dato un senso e un’identità ai semi di caffè, affinando un metodo unico di lavorarli invidiato in tutto il mondo, ovvero l’espresso.

Il 97% degli Italiani lo beve ogni giorno, alcuni anche più volte al giorno.

E’ una medicina che ingurgitiamo voracemente per tenerci “su”: se è buono, bene; se non è buono, forse anche meglio. D’altronde anche i farmaci non sono sempre piacevoli.

Così abbiamo perso di vista l’essenza di questo prodotto, ignorando le differenze tra Arabica e Robusta, tra i chicchi provenienti dall’Etiopia e quelli provenienti dal Sud America, tra gli aromi e le proprietà.

Intanto il mondo è andato avanti: altri paesi, come l’Australia, hanno impreziosito le proprie lavorazioni, concentrando l’attenzione sulla materia prima, che ha tante sfumature quanto l’uva dalla quale si ricavano vini sempre diversi.

Il caffè è ovunque, è di tutti e non è di nessuno.

Per recuperare terreno è necessario approfondire il mondo del caffè, analizzando origini e problematiche, metodi di estrazione e percorsi di scelta, scoprendo un modo diverso di vivere questo rituale quotidiano.

Condividi

Share on facebook
Share on linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *